venerdì 11 gennaio 2013

Cavezzali: frasi 1

Abbiamo pensieri profondi e nessuna pala per scavare.
Abbi fiducia in te stesso: fatti i cazzi tuoi.
Accetta quello che la vita ti da. Se ti manca qualcosa rivolgiti ad altri fornitori.
A colazione mi piace il latte con la schiuma ma mi fa fatica scuotere la mucca.
Adesso sono occupato, ti dispiace se ti ignoro più tardi?
Adesso vedo le cose come sono. Però anche le cose adesso vedono me come sono. Lo sapevo che c’era la fregatura.
A est tutto è irrilevante. A ovest tutto è irriponente.
Affidati al tuo senso dell’orientamento, vai affanculo senza chiedere la strada.
Aggiorniamo la poesia italiana: “Verrà la morte e avrà le tue applicazioni”
A Itaca c’era un solo canale: Tele maco.
Aiutati che Dio ti aiuta e arrangiati che Dio ti arrangia.
Alivederci disse l’Angelo volando via.
Al sangue piace l’arte. E’ sempre in giro per arterie.
Al tonno piace finire nelle scatolette ed avere quel momento di celebrità che il mare non gli concede.
Anche aggiornare la lista delle cose da fare è un fare.
Anche se non sono andato da nessuna parte sono arrivato lo stesso in ritardo.
Anche se non ho le prove certe, credo di esistere.
Anche se non puoi essere come sei hai comunque il diritto di dare una sbirciatina a come saresti.
Anche se tu non credi alla realtà, la realtà crede in te e non ti molla.
A parte non entrare, la seconda cosa migliore è sedersi vicino all’uscita.
A priori è quello che il tuo cervello pensa prima dell’esperienza. A Posteriori è quello che dopo l’esperienza pensa un'altra parte del tuo corpo.
A volte il fatto che io ci sono mi da ansia.
A volte mi piace pensare cose mie senza che il mio cervello lo sappia. Non sono obbligato a dirgli tutto.
A volte sono pensieri, a volte extensions.

1 commento:

Chiara Frizzo ha detto...

sei talmente geniale che togli le parole disse lui a lei e poi si avviarono a letto...il difficile sta nel trovare la direzione, potevano anche andare dal sessuologo.